Influencer marketing

Anna_Beduschi_corporate
a cura di Anna Beduschi

Influencer marketing

Abstract-Talkwalker-IRM-Report

UN GAME CHANGER PER LA BRAND REPUTATION NEL 2019

Il Fyre Festival è passato nell’arco di pochi giorni dall’essere l’evento dell’anno a essere uno dei disastri reputazionali più famosi della storia. In un documentario di Netflix emerge chiaramente come l’influencer marketing abbia giocato un ruolo fondamentale in questa storia e come gli account più influenti possano rafforzare o distruggere la Reputazione del Brand in pochi post, se la collaborazione non viene gestita correttamente. Talkwalker ha recentemente pubblicato una ricerca che raccoglie l’opinione di oltre 800 marketer a livello mondiale e delinea lo stato dell’influencer marketing nel 2019.

L’influencer marketing occupa un ruolo sempre più strategico nella strategia marketing

Secondo iI report di Talkwalker, l’influencer marketing è considerato una priorità strategica dal 69% degli intervistati e il 61% ha anche dichiarato di voler aumentare il budget da destinare a queste attività. Queste necessità sono condivise trasversalmente dai professionisti di tutto il mondo, indipendentemente dall’area geografica, dal settore di riferimento e dalla dimensione dell’azienda, anche se solo il 32% ha affermato di avere progetti attivi di influencer marketing al momento dell’intervista.
Una priorità strategica, in costante crescita, che però spaventa un pubblico di professionisti forse ancora un po’ scettico o non sufficientemente preparato a gestire efficacemente questi interlocutori.

La visibilità del Brand come principale driver delle collaborazioni con gli influencer

Un dato che emerge chiaramente è il fatto che l’influencer marketing è visto come uno strumento potente per rafforzare l’immagine e la Reputazione del Brand. Infatti, il 65,8% degli intervistati ha indicato la visibilità del Brand come principale obiettivo di queste iniziative, seguito dal 16,9% che ha indicato l’incremento diretto delle vendite e dal 10,4% che punta invece sugli influencer per spingere le proprie campagne in modo innovativo. È chiaro come questa maggiore visibilità vada ad influenzare la Reputazione del Brand e per questo è necessario porsi costantemente la domanda: la visibilità che sto guadagnando è positiva o negativa? L’importante non è solamente che se ne parli, ma che se ne parli attraverso messaggi forti e positivi in grado di trasmettere credibilità e autenticità, al fine di rafforzare l’immagine del Brand.

La selezione dei giusti influencer è l’elemento chiave del successo

Per veicolare i giusti messaggi è necessario collaborare con i giusti influencer. Il 21,5% degli intervistati vede come principale sfida l’identificazione degli influencer più adatti a promuovere il proprio Brand e come principale criterio per selezionare gli account la coerenza dei post con i messaggi veicolati attraverso i canali ufficiali del Brand stesso. Gli altri criteri ritenuti importanti per scegliere un account con cui collaborare sono la qualità dei contenuti pubblicati, il livello di engagement creato con la propria community, la dimensione della community e, solo come quinto criterio, il costo della collaborazione, a dimostrazione del fatto che i marketer sono perfettamente consapevoli del danno reputazionale che può scaturire da una cattiva collaborazione e sono disposti a pagare di più, se ritengono che quell’account sia qualitativamente rilevante.

La vera sfida è la misurazione delle performance

Dopo aver selezionato i giusti influencer e promosso i messaggi più efficaci, i professionisti si trovano di fronte a una grande sfida, la misurazione dei risultati. Il 38,9% degli intervistati vede come principale sfida per il 2019 il calcolo del ROI. Questa sfida potrà essere vinta solo grazie a processi precisi, risorse dedicate esclusivamente alla gestione della relazione con gli influencer, grazie all’impostazione di KPI sul singolo influencer e sull’intera campagna, e grazie all’automazione del processo attraverso strumenti dedicati. Ad oggi, il 62,7% dei marketer afferma di non avere uno strumento per gestire e misurare le attività di influencer marketing ma in un panorama Martech, che conta oltre 8.000 strumenti diversi, è necessario che chi si occupa di marketing e comunicazione trovi i tool più adatti a vincere questa sfida e trarre il massimo dall’influencer marketing.

Anna_Beduschi_corporate
a cura di Anna Beduschi

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email

Scopri il numero completo

Acquista la tua copia di Reputation Review per scoprire tanti altri contenuti
L'unica rivista italiana dedicata alla Corporate Reputation

Scopri l'ultimo numero

Interviste, storie di successo e l'attesissima classifica della reputazione delle testate giornalistiche.
In evidenza

Ultimi articoli

La REPUTAZIONE è tutto

Scopri l’unico metodo in Italia per la gestione della Reputazione tua e della tua organizzazione

Social

Categorie