Manzo Piccirillo – Pr & Press

DSC_1866-01
a cura di Elisabetta Colangelo

Manzo Piccirillo – Pr & Press

image001

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email

Tag

Una Reputazione a prova
di
STAR SYSTEM

 

Pierluigi Manzo e Alessio Piccirillo, insieme ad Antonino Scalzo, che si è associato in seguito, sono i titolari di un notissimo studio romano che da più di 10 anni si occupa di pr e comunicazione ai media per il cinema e le celebrities.

Tra i loro clienti è passato il meglio del gotha internazionale, dall’attore Viggo Mortensen col film Green Book, vincitore dell’Oscar 2019, a Gerard Butler nella trilogia di Attacco al potere. E ancora Johnny Depp, Kevin Costner, Javier Bardem e Penelope Cruz, Laetitia Casta e Louis Garrel, oltre a tante star nostrane come le attrici Michela Andreozzi, Serena Rossi, Martina Stella.

Reputation Review li ha incontrati per farsi spiegare come si costruisce una Reputazione da star.

Cominciamo proprio da questo: in che modo lavorate per definire l’immagine di un cliente vip?

Alessio Piccirillo Ovviamente non esistono regole precise, per cominciare bisogna capire chi è il cliente, se è già famoso e ha bisogno di un rilancio, oppure se sta cominciando la sua carriera. Parlando di nuovi talenti, ci siamo occupati per esempio dell’attrice Rocío Muñoz Morales quando era agli inizi: in Italia era conosciuta praticamente solo per la sua relazione con Raoul Bova, per cui partiva da una base di scarsa popolarità legata al gossip. Nel suo caso, quindi, abbiamo lavorato per sottrazione, facendole fare pochissime interviste, selezionando accuratamente i media in un target “alto” e lavorando alla costruzione di una immagine familiare, fresca e simpatica.

Pierluigi Manzo Con Francesco Arca, che ha cominciato con noi la sua carriera d’attore, abbiamo invece lavorato al “riposizionamento”. Tutti lo ricordavano come il tronista dello show tv Uomini e donne, oggi è diventato un interprete di fiction internazionale. Per lui abbiamo rinunciato alla stampa che vive dei materiali che appaiono quotidianamente in tv, puntando invece su testate autorevoli e di qualità. Senza mai rinnegare le sue origini, però, per lasciargli un’immagine di onestà e coerenza.

Antonino Scalzo Quando invece parliamo di un personaggio al suo debutto assoluto, il nostro consiglio è: non avere fretta. Ci vuole la notizia giusta, per cominciare a costruire una Reputazione da zero.

E quando si tratta invece di comunicare un’azienda?

A. S. Il lavoro viene svolto studiando bene i valori che veicola. Abbiamo fatto per esempio un bellissimo percorso con Campari, che voleva attestarsi come factory italiana legata al cinema, portando il brand alla Mostra del Cinema di Venezia e in altri festival prestigiosi. Campari non aveva certo bisogno di notorietà, ci siamo concentrati nel farlo percepire come “partner protagonista”, piuttosto che sponsor.

L’agenzia che comunica è in qualche modo il biglietto da visita della Reputazione del comunicato. Siete d’accordo su questo?

P. M. Assolutamente. E infatti capita che agenti o pr a volte restituiscano un’immagine “antipatica” di qualcuno che invece non lo è affatto. Anche per questo motivo è fondamentale per noi conoscere molto bene i clienti che rappresentiamo, per capire se siamo in sintonia e lavorare sulle loro potenzialità.

Quindi voi come curate la vostra, di Reputazione?

A P. Stando molto attenti a non fare passi falsi. L’immagine di una agenzia si costruisce nel tempo, e in questo senso noi abbiamo deciso di occuparci solo di quello che riusciamo a fare bene, sia per capacità che per tempi. Il nostro primo grande film internazionale, Attacco al potere, per esempio, lo abbiamo preso solo quando ci siamo sentiti davvero pronti.

P.M. In questo settore ci sono colleghi bravissimi e tanta concorrenza, la differenza la fa proprio la Reputazione che sei riuscito a costruire. È la nostra arma principale, insieme ai “grazie” e a qualche accortezza umana.

Qual è stata per voi la più importante crisi di da gestire?

A. P. Un problema con Kevin Costner. Era a Roma per promuovere un film e aveva un accordo per un passaggio tv in diretta Raiuno, sul quale era stato investito un budget importante. Gli autori non erano stati chiarissimi su cosa dovesse fare, e 5 minuti prima di entrare in scena, lui ci disse: non lo faccio.

Panico generale, immagino.

A. P. Se vai nel panico è la fine. Abbiamo usato quei pochi minuti per stemperare la tensione, gestendo lo stress delle varie aziende che erano coinvolte e spiegando a Costner che era tutto molto facile e semplice. Alla fine si è rasserenato, ed è entrato.

A. S. I grandi personaggi non vanno mai trattati come miti, o assecondati nei loro capricci e timori. Al contrario, amano essere considerati persone normali e cercano il rapporto umano, mentre le relazioni troppo ossequiose o formali non funzionano. Penso per esempio anche a Javier Bardem, che a Venezia chiese di bere dell’acqua “alcalina” gettando nel panico l’intero staff. Gli rispondemmo semplicemente: non c’è. E si accontentò di normale acqua minerale.

Per concludere vorrei che ognuno di voi desse ai lettori di Reputation Review un suo piccolo consiglio per la Reputazione.

A. P. Veicolare messaggi semplici. I paroloni che spesso usiamo per impressionare i clienti in realtà complicano la comunicazione, rendendola meno fruibile.

A. S. Aver ben chiaro il proprio obiettivo. In un periodo storico in cui siamo bombardati di notizie è necessario essere molto focalizzati e anche curare bene la forma del proprio messaggio.

P. M. Io insisto su un valore per me imprescindibile: la gentilezza. In un’epoca così tecnica, costruire rapporti umani porta grandi risultati.

DSC_1866-01
a cura di Elisabetta Colangelo

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email

Scopri il numero completo

Acquista la tua copia di Reputation Review per scoprire tanti altri contenuti
L'unica rivista italiana dedicata alla Corporate Reputation

Scopri l'ultimo numero

Interviste, storie di successo e l'attesissima classifica della reputazione delle testate giornalistiche.
In evidenza

Ultimi articoli

La REPUTAZIONE è tutto

Scopri l’unico metodo in Italia per la gestione della Reputazione tua e della tua organizzazione

Social

Categorie

⚠ Vista l'emergenza Covid-19 in corso, le spedizioni del magazine cartaceo potrebbero subire dei forti rallentamenti.