Donne manager: questione di empatia

valerio nicolai
a cura di Valerio Nicolai

Donne manager: questione di empatia

DSC_0742RIT

In Engineering da 20 anni Federica Roberti ha lavorato sempre nell’ambito del Mercato Energy & Utilities e da più di 15 segue, con ruoli diversi, uno dei principali Clienti Internazionali del mondo Energy, attualmente ricopre il ruolo di Account Manager del Cliente.

Il Gender Gap index ranking pubblicato dal World Economic Forum evidenzia un miglioramento nell’ultimo anno per l’Italia, che ha guadagnato 13 posizioni salendo dal 76° al 63° posto su un panel di 156 Paesi. Insomma, qualcosa si sta facendo. Ma il percorso è ancora lungo. Dall’analisi dei dati del Report Istat 2018, nello Stivale emerge un pay gap medio del 6,2%, che arriva addirittura al 17,7% nel comparto Privato (a fronte di un 2% nel settore Pubblico), con una forte penalizzazione per le donne dirigenti, dove il differenziale retributivo si attesta al 27,3%.

Lei lavora da molti anni in questo mondo. Nota qualche segnale di cambiamento, in positivo o in negativo, in tal senso?

Sicuramente nell’ultimo decennio le quote rosa presenti nelle aziende di System Integration hanno visto un importante incremento, sia perché le professionalità richieste sono tipiche di corsi di laurea caratterizzati da una forte presenza femminile (matematica, statistica) sia perché la presenza di donne pioniere in questi ambiti, storicamente sono state appannaggio maschile, ha incoraggiato le più giovani ad intraprendere un percorso nel mondo dell’Information Technology.

Vi è una differenza di approccio al lavoro tra uomini e donne: ad esempio, rispetto alla presa in carico di nuove responsabilità, al rispetto delle scadenze, al rapporto con i clienti. Qual è il suo punto di vista?

A mio avviso uno degli aspetti principali che differenzia gli uomini e dalle donne è la capacità di sapere cogliere una serie di sfumature nelle relazioni ad esempio con i clienti che permettono di creare una empatia “vincente”.

Oltre a ricoprire un ruolo importante in azienda, lei è anche una madre. Facendo un parallelo con i suoi colleghi uomini, ha notato differenze nella gestione della sua vita privata, prima, durante e dopo la pandemia?

La pandemia ha avuto sicuramente un impatto molto forte sulle donne, mamme lavoratrici. Improvvisamente si sono trovate a doversi occupare contemporaneamente di gestire una call, preparare il pranzo e controllare la chat della scuola per verificare i compiti dei figli e non ultimo supplire nella formazione scolastica dei figli. Ma la tenacia e la determinazione delle donne ha permesso di trovare una nuova normalità e nuova equilibrio nella gestione famiglia/lavoro.

Cosa ne pensa delle quote rosa? Ritiene sia una misura sufficiente per imporre la parità di genere?

No assolutamente, non penso che “imporre” la quota rosa sia la strada giusta per permettere alle donne di aver riconosciuto il ruolo che si meritano. Ritengo che la cosa più importante sia quella di cambiare alcuni aspetti della nostra cultura. A volte le prime a dover cambiare modo di pensare dovremmo essere proprio noi donne.

Quale consiglio daresti alle giovani manager millennial, o addirittura della generazione Z, per emergere con il loro talento?

Di essere tenaci e di non smettere mail di credere nelle proprie capacità. Uno dei Talenti che caratterizza il mondo femminile e che lo differenzia dalla maggior parte del mondo maschile è sicuramente la profonda sensibilità e la capacità di empatia. Queste caratteristiche sono sicuramente molto importanti per riuscire ad avere una leadership autorevole.

valerio nicolai
a cura di Valerio Nicolai

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email

Scopri il numero completo

Acquista la tua copia di Reputation Review per scoprire tanti altri contenuti
L'unica rivista italiana dedicata alla Corporate Reputation

Scopri l'ultimo numero

Interviste, storie di successo e l'attesissima classifica della reputazione delle testate giornalistiche.
In evidenza

Ultimi articoli

La REPUTAZIONE è tutto

Scopri l’unico metodo in Italia per la gestione della Reputazione tua e della tua organizzazione

Social

Categorie